//
stai leggendo...
Life

Luoghi fantozziani

C’è un posto in cui l’italiano medio prima o poi finisce: l’autogrill.

Questa confortante “A” rossa che spicca sulle autostrade: simbolo di pausa, di colazione se sei partito presto. Emblema di “caffè!” se di notte mentre guidi ti si chiudono gli occhi e il frastuono della striscia bianca che delimita la corsia ti sveglia. Quella “A” che tu, verso l’ora di pranzo, colleghi subito a camogli e rustichella.

La cosa che io trovo fantastica è che l’autogrill è un luogo di aggregazione, involontaria certo, ma pur sempre aggregazione! E quando metti insieme una serie di esseri umani a caso stressati, incazzati, di fretta e casinisti ne escono delle cose di fantozziana memoria.

Io conosco persone che vanno pazze per gli autogrill!

Ho amici che il venerdì o il sabato notte prima di andare a casa entrano in autostrada e al primo autogrill si fermano a farsi il panino della buonanotte o, se è quasi mattina, la colazione.
Ho un moroso (non odiarmi!) che, a qualsiasi ora si capiti lì, mangia qualcosa e poi si fa tutto il giro del labirinto curiosando ogni millimetro di scaffale e riuscendo solitamente a comprare la cosa col rapporto qualità/prezzo più svantaggioso. Io che lo seguo, come un grillo parlante, in quest’esplorazione ogni volta temo il peggio. Che ridere però.
Altri amici motociclisti ci dormono la notte, dopo una lunga tratta, per risparmiare tempo e denaro, si sa che il biker più è straccione e maledetto più è figo!

Personalmente non posso non citare la classica colazione all’autogrill la mattina mentre si va a sciare!
Partiamo da casa a stomaco vuoto alle 7, scegliamo l’autogrill con più pullman e ci lanciamo nella mischia. Si sgomita alla cassa e come minimo si litiga con qualche vecchio che non ha capito che quella è una zona di guerra e conquista. Bisogna stare attenti all’accidentale contatto con altri sciatori perché tra giacche sintetiche, uno “swishhh” di troppo ed è un attimo far scattare la scintilla e fare una strage!
Riusciti a conquistare lo scontrino arriva il “momento dell’ariete”, roba che se sei in più amici succede che fate quadrato come le legioni romane, per arrivare al bancone dove trovi solitamente la moglie del vecchiotto di prima che dopo aver preso il caffè chiacchiera amabilmente con le sue amiche e non si sposta neanche con le bombe. In fretta si agguantano cappuccio, brioche (ogni volta, sistematicamente, ci si lamenta di “quanto fa schifo, madonna non la prendo più!”) e spremuta e dopo aver trangugiato tutto si scappa lamentandosi del casino e della razza umana sentendosi misantropi più del sergente Hartman. Che meraviglia.

Amo gli autogrill.

Annunci

Discussione

2 pensieri su “Luoghi fantozziani

  1. Grandissima Fede!

    Pubblicato da Naty | 10 novembre 2011, 3:15 pm
  2. Io adoro gli autogrill. E poi ho dei ricordi legati all’infanzia meravigliosi: i panini, i grisbi al cioccolato, gli smarties, i giornaletti idioti… Ok, è tutta roba che si trova ovunque (forse gli smarties no, è una vita che non ne vedo, ma forse solo perché non ci faccio più caso), ma negli autogrill hanno proprio un altro sapore. Per dire, io sono quasi sempre a dieta, ma se entro in un autogrill no, il panino me lo devo comunque mangiare!! ;)

    Pubblicato da lafiammiferaia | 13 dicembre 2011, 9:21 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: